8 luglio
2015

C.S. 4/2015

ITALIA, EUROPA E STATI UNITI PER LA PIAVE JOLLY CLUB

ll mese di giugno ha visto gli equipaggi del sodalizio trevigiano protagonisti sulle piste più importanti dove si danno battaglia le auto di interesse storico. Inoltre c'è stata una sfortunata trasferta oltre oceano nel Maserati World Series

Quattro vittorie di classe in altrettanti appuntamenti: Zeltweg, Brno, Salisburgo e Misano. Ecco il ruolino di marcia di Daniele Vettoretti, portacolori della Piave Jolly Club, che corre con la Mini Cooper S. Le sue prestazioni sono andate oltre i successi di classe perché con la piccola Mini non è mai andato oltre il 12° posto assoluto su un lotto di 30 partenti. Ancora più complicate le gare austriache, dove si corre assieme fino a 2.500 cc. Nel mese di giugno, Daniele Vettoretti ha pure partecipato alla Vernasca Silver Flag in provincia di Piacenza con una Corvette. L'evento vede al via 200 auto di prestigio ma le richieste sono molte di più. Non è una gara, ma solo una sfilata.

Tornando agli autodromi, ecco che Enrico Spaggiari nel week end del 20 e 21 giugno ha partecipato alla Coppa Intereuropa a Monza con la sua inseparabile Ford Mustang. Dopo le prove di qualificazione Spaggiari era secondo soltanto ad un'altra Mustang, portata in gara dall'inglese Chris Beighton. Passato subito in testa, Spaggiari è stato poi costretto a rallentare per risparmiare freni e gomme ed ha chiuso al secondo posto.
Un risultato che lo soddisfa anche in considerazione di un evidente divario di potenza rispetto alla vettura del suo avversario.

Infine, ecco la trasferta negli Stati Uniti per Alex Proh e Mauro Trentin il primo week end di luglio.
Nello scenario per loro sconosciuto dell'autodromo di Road America, a Elkhart Lake, nel Wisconsin, Alex e Mauro sono entrati nella super Pole grazie a Trentin, seppur dopo qualche problema per il bloccaggio del cambio.
Nelle qualifiche Trentin ha piazzato la macchina in griglia al settimo posto, finendo gara 1 undicesimo per aver perso 4 posizioni in un tentativo di sorpasso all'ultimo giro. In gara 2 è toccato ad Alex Proh, il quale, dopo aver guadagnato tre posizioni nel corso del primo giro, è stato nuovamente tradito dal cambio.
La loro esperienza è finita così. Una lunga trasferta senza conquistare neanche un punto. Le gare sono anche queste.


DANIELE VETTORETTI - Mini Cooper S - Misano 14.6.15 - Foto Claudia Cavalleri
< SCARICA LA FOTO (325KB) >


DANIELE VETTORETTI - Chevrolet Corvette - 20° Vernasca Silver Flag  21.6.15 - Foto Nicola Biondo
< SCARICA LA FOTO (620KB) >

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685


24 maggio
2015

C.S. 3/2015

MOLTO BENE LA PIAVE JOLLY CLUB IN AUSTRIA

Nel secondo appuntamento del Trofeo Maserati World Series si è messo in evidenza l'equipaggio che corre con i colori del sodalizio guidato da Patrizia Capuzzo. Una curiosità: sulla vettura c'era l'invito a votare per il governatore del Veneto, l'uscente Luca Zaia
Lo hanno scritto anche sul grande spoiler posteriore: il messaggio era chiaro ed era un invito a votare Luca Zaia, il governatore uscente della Regione Veneto.
Il veneto Mauro Trentin ed il suo compagno di auto Alex Proh hanno scelto questo modo un po' originale per rilanciare l'elezione di Zaia.
Lo hanno fatto all'A1 Ring, il circuito austriaco che sorge in Stiria dove si è disputato il secondo appuntamento delle Maserati World Series, il campionato che si corre su 6 prove con la Maserati MC Gran Turismo da 488 cavalli.
Il week end austriaco del 23 e 24 maggio della coppia Proh-Trentin è stato molto problematico a causa delle cattive condizioni meteo.
I due si sono comunque ben comportati fin dalle pre qualifiche del venerdì, quando sono entrati nel gruppo della super pole del sabato, grazie al quinto tempo. In gara 1 Mauro Trentin ha concluso all'ottavo posto che poteva anche essere il settimo se la corsa non fosse stata interrotta per la troppa pioggia. La domenica, in gara 2, Alex Proh ha concluso con un brillante quarto posto che ora vale la quarta posizione nella classifica generale di campionato ad un solo punto dal terzo. Ce n'è abbastanza per sperare in un ottimo prosieguo di campionato.
Il prossimo evento al Road America (USA) il 28 giugno.

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685


22 maggio
2015

C.S. 2/2015

PIAVE JOLLY IN AUSTRIA

Secondo appuntamento per Proh-Trentin nel Trofeo Maserati. Sui monti della Stiria c'è l'incognita del maltempo a rendere tutto più complicato. Da parte della coppia di piloti, c'è anche un “endorsement” a favore del candidato veneto Luca Zaia 
L'A1 Ring è attualmente uno degli autodromi più belli, da quando è passato sotto il controllo del boss della nota bibita energetica che possiede anche due squadre in Formula Uno.
Nella cornice della Stiria va in scena nel week end (23-23 maggio) il secondo appuntamento del Trofeo Maserati, al quale partecipano anche due piloti che corrono per la Piave Jolly Club di Treviso: si tratta di Alex Proh e di Mauro Trentin, 43 anni il primo, 38 il secondo.
Alex viene ai rally dove ha pure conquistato qualche vittoria assoluta mentre Mauro ha – nel suo passato – un titolo italiano nella Peugeot RCZ Cup.
Sono due piloti molto combattivi, abituati alle condizioni estreme e pertanto le previsioni che annunciano pioggia nei due giuorni di gara non dovrebbero preoccuparli più di tanto. Ricordiamo che la coppia gareggia con la Maserati MC Gran Turismo da 488 cavalli.
Proh è lombardo mentre Trentin è veneto e proprio in virtù di questa sua origine geografica, la Maserati con la quale correranno nel week end austriaco è stata allestita con una veste grafica che si rifà alla campagna elettorale del governatore del Veneto uscente, Luca Zaia.


Nella foto, a sinistra Alex Proh, a destra Mauro Trentin
< SCARICA LA FOTO (308KB) >

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685


11 maggio
2015

C.S. 1/2015

PIAVE JOLLY NEL TROFEO MASERATI

Non solo gare storiche nella stagione agonistica appena iniziata. Il sodalizio trevigiano corre anche nel monomarca del Tridente con una coppia lombardoveneta formata da Alex Proh e Mauro Trentin

Il loro primo obiettivo è andare al più presto sul podio; a seguire, terminare il campionato nei primi 5.
Diremmo che le loro ambizioni sono in linea con la gloriosa storia della Piave Jolly Club nel mondo delle quattro ruote, soprattutto nelle competizioni in pista.
Stiamo parlando di Alex Proh e di Mauro Trentin, 43 anni il primo, 38 il secondo. Alex viene ai rally dove ha pure conquistato qualche vittoria assoluta mentre Mauro ha – nel suo passato – un titolo italiano nella Peugeot RCZ Cup.
La loro stagione di gare è iniziata a fine aprile al Paul Ricard, in Francia, sede della prima tappa del Trofeo Maserati. Ne sono previste altre 5, in Austria, Stati Uniti, Giappone, per terminare ad Abu Dhabi.

La Maserati con la quale gareggiano è la MC Gran Turismo da 488 cavalli sulla quale sono stati effettuati importanti interventi di aerodinamica (fondo piatto, splitter e alettone posteriore).
Il tutto per rendere efficace una guida molto “maschia” dal momento che non esistono dispositivi di assistenza alla guida (non c'è neanche l'ABS).

Il primo appuntamento si è concluso con un buon quinto posto di Mauro Trentin in gara 1 e con un ottavo posto di Alex Proh in gara 2. Non male, al termine di un week end molto travagliato.
Entrambi sono molto motivati, consapevoli del valore della scuderia che rappresentano.
Il prossimo evento è in programma al Red Bull Ring in Austria il 24 maggio.


Alex Proh e Mauro Trentin - Maserati Gran Turismo MC
< SCARICA LA FOTO (1,4GB) >

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685


C.S. 2/2014


VITTORIE NEI RALLY ED IN PISTA

La stagione di corse volge al termine e in casa della Scuderia Piave Jolly sono ancora bene impresse nella memoria le gesta dei suoi piloti.

In particolare, ci sono alcune vittorie che hanno certamente la precedenza. Come nel caso del successo di Denny Zardo che nel week end del 27 e 28 settembre a Zeltweg, in Austria, ha colto il quarto posto assoluto il sabato e la vittoria la domenica su Porsche, in coppia con Mario Casoni. Nel corso dello stesso fine settimana, Zardo aveva corso con la Mini Cooper S del 1970 di Daniele Vettoretti, fermandosi però per un piccolo guasto. Vettoretti – che aveva lasciato la macchina – aveva gareggiato in precedenza nella gara turismo fino a 2.500 cc. Il trevigiano era l'unico con una 1.3 ed era stato messo in classe 1.600 dove aveva chiuso al terzo posto.

L'evento era l'ultima gara della serie Historic Cup Austria al Red Bull Ring di Zeltweg; c'erano oltre 200 auto storiche divise in Turismo, GT, Sport e formule varie. Ma l'Austria era stata teatro di un'altra bella trasferta – in precedenza – di Daniele Vettoretti. il quale, il 6 e 7 settembre, aveva corso a Salisburgo dove si era presentato con due auto: la Corvette del 1965 e la Mini Cooper S del 1970.

Con la Corvette si era trovato in mezzo a sfide tra auto che arrivavano fino a 700 cavalli mentre con la Mini aveva affrontato un plotone di 48 auto in gara: il sabato Vettoretti ha vinto la classe mentre la domenica è dovuto partire ultimo dai box per un problema che c'è stato durante la formazione della griglia di partenza; in gara ha effettuato un gran numero di sorpassi arrivando secondo di classe.

A metà settembre – come da tradizione – la città inglese di Goodwood ha ospitato il revival dove ha gareggiato anche il pilota della Piave Jolly Club Enrico Spaggiari con la Ford Mustang del 1965. Partito 17esimo su 29, nel suo turno di guida Spaggiari ha recuperato fino al 10 posto, poi, sfruttando una safety car, è rientrato ai box per il cambio guida, ed il suo co-driver si è trovato così al secondo posto. Purtroppo però era più lento e alla fine ha chiuso al nono posto. La Ford Mustang si è dovuta confrontare con Falcon, Mercury e Plymouth, tutte in vetroresina, che pesano 200 kg in meno, e sono di fatto irraggiungibili.

Dalle piste ai rally: belle prestazioni per Luigi Capsoni e Lucia Zambiasi che al 26° Rallye Elba Storico dal 18 al 20 settembre sono arrivati primi assoluti di Gruppo 4, vincendo pure il 1° Raggruppamento e la classe 1300 cc con la Renault Alpine A110.

Lucia Zambiasi aveva pure navigato Alessandro Proh all'11° Rally Città di Scorzè ad agosto su una Mitsubishi Lancer Evo X, vincendo la classe N4 e conquistando il terzo gradino del podio di Gruppo N.

Poca fortuna per Remo Paro ed Elisa Voltolina al 6° Revival Rallye San Martino a metà settembre: si sono dovuti ritirare dopo la prova spettacolo per una foratura alla loro Porsche 911 SC nella gara di Regolarità Sport.

Infine (è storia recente) Monti-Giorgi hanno affrontato il 12° Rallylegend a San Marino nel secondo week end di ottobre con la Fiat Barchetta e si sono dovuti ritirare per noie meccaniche quando erano 26esimi assoluti dopo le prime 5 prove della prima tappa.


Enrico Spaggiari - Ford Mustang- Goodwood
<
SCARICA LA FOTO (155KB) >


Enrico Spaggiari - Ford Mustang- Goodwood
<
SCARICA LA FOTO (140KB) >

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685



24 luglio
2014
C.S. 1/2014

SPAGGIARI VINCE A BRNO, CAPSONI NELLA TOP TEN A CREMONA

Molte pagine scritte e tante ancora da scrivere nel settore delle competizioni dedicate alle vetture storiche.
La più recente risale allo scorso week end, a Cremona, dove l'equipaggio Capsoni-Zambiasi ha colto il decimo posto assoluto.

Stiamo parlando della Scuderia Piave Jolly Club, lo storico sodalizio trevigiano i cui fasti furono opera di Francesco Capuzzo, oggi non più tra noi; l'attività però prosegue grazie all'impegno di Patrizia Capuzzo che ha rilevato il testimone alla prematura scomparsa del marito alcuni anni fa.

Ritornando alla affermazione più recente, è stata dunque la coppia formata da Luigi Capsoni e Lucia Zambiasi su Renault Alpine A 110 a scrivere il proprio nome al decimo posto del Circuito di Cremona. I due hanno anche conquistato la vittoria di classe 1.300 cc e di Raggruppamento.
Il programma del 2014 dei due prevede il Campionato Italiano Rally per Auto Storiche ed una serie di altri eventi.

Capsoni-Zambiasi non sono soli perché in altre discipline storiche ci sono Daniele Vettoretti ed Emilio Zago. Loro hanno scelto le gare in pista e lo fanno con una splendida Chevrolet Corvette.
La prima domenica di settembre saranno di scena a Salisburgo.

Infine, ecco Enrico Spaggiari, che nel primo week end di luglio ha corso e vinto con la Ford Mustang al Brno Revival Grand Prix, quarta prova del Campionato Europeo per Touring cars pre-66, una serie alla quale partecipano le auto Turismo di Gruppo 2 costruite fino al 1965 (per capirci, Ford Lotus Cortina, Alfa Romeo GTA, Jaguar mk2, Ford Mustang, Austin Mini Cooper ecc); le auto sono preparate secondo la fiche d'omologazione dell'epoca (come da regolamento Fia) e montano tutte, rigorosamente, pneumatici Dunlop Racing. La trasferta nella Repubblica Ceka è iniziata per Spaggiari con la pole position. Scattato con prudenza, il pilota veronese non voleva mettere in crisi i freni, il tallone d'Achille della sua auto, dato che aveva nel serbatoio 120 litri di benzina, e non voleva neanche degradare le gomme. Così ha aspettato e quando è stato il momento è andato a riprendersi la testa della corsa sull'Alfa Romeo del rivale Jason Wright. Spaggiari ha tagliato il traguardo davanti ad un pubblico numeroso ed appassionato.

Il gruppo di piloti che portano in giro il nome della Scuderia Piave Jolly Club è completato da un'altra coppia, nell'auto e nella vita: si tratta di Francesco Monti e di Elisabetta Giorgi. I due prendono il via ai revival di interesse storico con una Lancia Delta Integrale 16V.


Nella foto (free copyright), Enrico Spaggiari nella vittoriosa gara di Brno.

<
SCARICA LA FOTO (350KB) >

Per la comunicazione: Stefano Cossetti 348.3810685



25 maggio
2014

INTELLIGENT DRIVE STAGE – CONCLUSI CON SUCCESSO I TRE CORSI TARGATI PIAVE JOLLY CLUB

“Positiva”. Giorgio Sernagiotto e Fabio Francia, driver coach, piloti e collaudatori, non hanno dubbi. Quando si chiede loro di tracciare un bilancio dei tre week end di Intelligent Drive Stage la loro risposta è immediata e unanime.

Ieri mattina all'Area Trevisoservizi in zona Dogana, in Viale Serenissima a Treviso, si è svolta l'ultima sessione 'pratica' dei 3 corsi tenutisi nei fine settimana di maggio ed organizzati da Piave Jolly Club, Comune di Treviso e cofinanziati dalla Regione Veneto.

“Positivo per tanti motivi – esordisce Sernagiotto – a cominciare dal fatto che abbiamo scelto un programma perfetto perchè la crescita dei ragazzi, a partire dalla teoria del sabato (momento in cui si tenevano i corsi in aula) alla pratica della domenica è stata continua, perfetta, lineare, fluida”. Gli fa eco il 'collega' Fabio Francia: “I ragazzi sono stati tutti soddisfatti e contenti e sono andati via imparando parecchie cose che sicuramente saranno utili nel proseguo della loro carriera automobilistica, per strada. Si sono resi conto che anche a velocità molto ridotte esistono dei pericoli e nei limiti del possibile hanno imparato a gestire anche situazioni d'emergenza o di pericolo”.

Sotto un sole torrido, gli ultimi iscritti al corso hanno sperimentato di persona, e con la propria vettura, guida sul bagnato, frenata, sterzata, traiettorie, velocità. C'è chi è venuto con le piccole Ford Fiesta, Opel Corsa, la nuova Fiat 500, Citroen C3, Peugeot 206, o anche l’Alfa Romeo Mito, e chi con auto come la Mercedes AMG , la Fiat Punto Abarth , la Lancia Delta 4wd.

Il progetto, fortemente voluto dal vicesindaco, Roberto Grigoletto insieme alla comandante della Polizia Locale, Federica Franzoso, ed affidato nella pratica a Piave Jolly, con la presidente Patrizia Capuzzo si è concluso come da programma dopo tre week end.

Gli 'allievi' – provenienti da tutta la provincia ed anche oltre - hanno seguito attentamente tutto quello che è stato spiegato e mostrato loro, in teoria e in pratica: “I ragazzi hanno una certa confusione generalizzata – ci dice Gianfranco Perali, del team. - Voglio dire che alcune cose le fanno bene ma spesso si trovano in difficoltà perchè ci sono degli errori alla base del loro stile di guida, per esempio la posizione stessa di guida, quella delle mani sul volante... Noi siamo partiti dalla base abbiamo messo ordine nella loro preparazione”.

Tutti coloro che hanno partecipato verranno richiamati prossimamente per la consegna degli attestati di partecipazione, e non è escluso che in quell'occasione si parli di un ulteriore corso. “Mi piacerebbe – confessa la presidente di Piave Jolly, Patrizia Capuzzo – poter organizzare ancora un week end, magari dedicato ad una tipologia particolare di partecipanti, perchè no, proprio agli agenti di Polizia Locale che in questi week end sono venuti a vedere come ce la cavavamo con i giovani e ci hanno fatto i complimenti”.

Intelligent Drive Stage è anche su Facebook.



28 aprile
2014

INTELLIGENT DRIVE STAGE – A TREVISO A META' MAGGIO CON LA PIAVE JOLLY CLUB

“Non è un corso di guida sicura. E' un corso di guida intelligente, e quindi, di conseguenza, sicura”.

Nasce così l'Intelligent Drive Stage un corso riservato ai giovani fra i 18 e 21 anni che dal 10 al 25 maggio, durante i week end, insegnerà ai ragazzi a gestire la propria auto nella quotidianità. Niente vetture sportive sui circuiti degli autodromi, ma la propria auto di tutti i giorni, all'interno di un'area messa a disposizione dal Comune, in zona Dogana.

Il progetto, nato dalla collaborazione fra Comune di Treviso, Polizia Locale e Piave Jolly Club, è stato presentato questa mattina a Ca' Sugana alla presenza del vice sindaco, nonchè assessore alla sicurezza comunale, Roberto Grigoletto, della comandante della Polizia Locale, Federica Franzoso, e di Patrizia Capuzzo, presidente della Piave Jolly.

“Un progetto che sottolinea l'impegno del Comune – ha detto il vice sindaco – sul tema della sicurezza sulle strade, su cui noi siamo intervenuti a 'gamba tesa' per esempio con il progetto Salva Pedoni”. Il Comune dunque, ha finanziato un progetto che è all'80 per cento pagato dalla Regione : “Il progetto è finanziato dalla Regione e dal Comune di Treviso – ha spiegato la comandante Franzoso - e si inserisce all'interno di un bando per la sicurezza sulla strada, nell'ambito delle finalità di un programma per l'educazione stradale”. All'Avviso di interesse rivolto alle associazioni per collaborare allo svolgimento del progetto ha risposto la scuderia Piave Jolly Club, una delle più antiche di Treviso: fondata nel 1949, istituita come gruppo sportivo dell'Automobile Club di Treviso, si trasformò nel giro di poche stagioni in Scuderia Piave e nel 1971 si legò con uno dei team più prestigiosi della storia sportiva italiana, il Jolly Club dando vita alla Piave Jolly Club. “Sposando questo progetto noi abbiamo voluto ribadire l'impegno sociale verso i giovani – ha sottolineato Patrizia Capuzzo - e dimostrare che spesso la causa degli incidenti non è la velocità. Avere la patente significa poco se non si vive nella quotidianità della guida. Abbiamo deciso di insegnare a guidare ai ragazzi con la propria auto perchè è lì che devono imparare a gestire la situazione”.

E di certo è questa l'idea più innovativa del corso. Come ha detto bene Giorgio Sernagiotto, pilota e Driver Coach del progetto insieme a Fabio Francia: “Ho aderito subito all'idea di questa scuola perchè ci sono due cose che ho trovato interessanti. La prima appunto, che i ragazzi vengano a bordo delle proprie auto e non su vetture esterne che non conoscono e che poi, al termine del corso, non continueranno ad utilizzare. E la seconda è il target a cui si rivolge l'Intelligence Drive Stage. I ragazzi giovani che hanno appena preso la patente sono importantissimi. Fornire le basi giuste ad una persona di 18, 19 anni è davvero fondamentale perchè poi se le terrà per tutta la vita. Insegnare come reagire a qualcosa che può accadere all'interno della propria auto può salvare una vita. Se i nostri corsi aiuteranno anche solo a ridurre le velocità di impatto in un incidente e a ridurre i danni fisici e materiali, avremo ottenuto un grandissimo risultato”.

I corsi si terranno nei week end del 10-11, 17-18 e 24-25 maggio all'Area Trevisoservizi in zona Dogana, in Viale Serenissima a Treviso e saranno strettamente riservati agli iscritti. Inizieranno il sabato, alle 15, alla ex scuola Carrer in via S.Antonino, con la parte teorica – affidata a Gianfranco Perali, commissario sportivo e redattore con la Capuzzo del manuale per i corsi di prima licenza ACI - e poi la domenica dalle 9 si darà il via agli esercizi pratici in zona Dogana. Per iscriversi è necessario scaricare il modulo, compilarlo, leggere il regolamento e firmarlo, e infine spedirlo via fax (0422 540667) o e-mail (info@piavejolly.com).

<
SCARICA REGOLAMENTO E MODULO DI ISCRIZIONE >
<
SCARICA LA LOCANDINA (3,7MB) >



Ca' Sugana - Sala degli Arazzi - conferenza stampa
da sx Patrizia Capuzzo - Roberto Grigoletto - Federica Franzoso  - Gianfranco Perali - Elena Teso



Ca' Sugana - Sala degli Arazzi - intervista
da dx Patrizia Capuzzo - Giorgio Sernagiotto - Fabio Francia - Gianfranco Perali